Note dal Consiglio Comunale del 28 giugno 2018

The following two tabs change content below.
Franco Casali

Franco Casali

Consigliere Comunale per Tu@Saronno
Consigliere Comunale per Tu@Saronno - Membro delle commissioni Bilancio e Patrimonio, Affari Generali e Servizi Sociali, Urbanistica, Trasparenza.

Ieri sera in Consiglio Comunale, tra le prime cose, esibizione di finanza creativa da parte della maggioranza a guida Lega, che in realtà è rimasta ancora Lega Nord, Lega Lombarda per l’Indipendenza della Padania, nonostante i cambiamenti occorsi a livello nazionale. Variazione di Bilancio di maggiore spesa per Eur 100.000,00 quale “Erogazione contributo per risarcimento danni Mis./Prg. 01/05”, controbilanciata da una cifra equivalente per “Rimborso danni subiti per manifestazioni non autorizzate”.

L’Assessore al Bilancio e Vicesindaco Vanzulli chi ha spiegato che hanno stanziato questi soldi per un eventuale contributo ai commercianti danneggiati dalla manifestazione di fine anno dei Telos, chiedendone contemporaneamente il rimborso il Ministero dell’Interno (ora presieduto da Salvini, Lega Nord e basta). A parte la cifra esorbitante e non documentata, l’Assessore ci ha spiegato che chi ama Saronno deve darsi da fare, e loro lo stanno facendo. Altro che finanza creativa, questa è una dimostrazione di amore per la città! Aprono il libro dei sogni e chiedono soldi al Governo che ora per loro non è più ladro, come fanno ben più seriamente e in maniera documentata le amministrazioni regionali in caso di eventi naturali quali, ad esempio, alluvioni o grandinate particolarmente rovinose che distruggono abitazioni o rovinano i raccolti.

Non potevano neanche farci mancare la classica variazione in aumento di spesa per Eur 15.000,00 come “Contributi a società sportive Mls./Prg. O6/01”. Non parliamo, come sembrerebbe, di contributi a società sportive locali, ma del contributo alla società Binda di Cittiglio (VA), per la Tre Valli Varesine o meglio per la sola partenza della Tre Valli. L’amministrazione continua a dire, senza però mai documentarlo, che la manifestazione (terza partenza locale della Tre Valli), dà lustro e porta benefici a Saronno. L’Assessore al Bilancio Vanzulli ha paragonato questa iniziativa, isolata da qualsiasi altro contesto sportivo, a quelle ben più strutturate e di durata pluri-giornaliera promosse dal Comune di Varese e Camera di Commercio, e organizzate dalla Società Binda. Il contributo di Eur 60.000,00 di Camera di Commercio e Amministrazione Comunale di Varese è a sostegno di una serie di eventi internazionali di ciclismo che Varese si appresta ad ospitare sul proprio territorio: il Campionato del Mondo di Gran Fondo (29 agosto – 2 settembre), la Gran Fondo Tre Valli Varesine (6 e 7 ottobre), e la 98a edizione della classica Tre Valli Varesine. La Camera di Commercio dichiara un indotto complessivo sul territorio per queste tre manifestazioni superiore ai 5 milioni di euro, oltre ad una grande partecipazione e visibilità con durata superiore ai sette giorni, e conseguente promozione internazionale della provincia e delle sue attività turistico alberghiere.

Queste sono le idee che promuove l’amministrazione di Varese, insieme a Camera di Commercio e società Binda, quest’altra (la partenza di una mezza mattinata) è la sola idea che passa il convento dell’amministrazione leghista di Saronno. Cambiando argomento, la previsione di costruire una nuova scuola Gianni Rodari, che potrebbe essere finanziata a fondo perduto dallo Stato per Eur 4 milioni e da un mutuo contratto dal Comune di Saronno per Eur 1 milione, è buona cosa. Cosa che avrebbe fatto qualsiasi altra amministrazione a fronte di un possibile contributo statale di questa portata (80% dell’opera a fondo perso). Peccato che per accendere il mutuo comunale di Eur 1 milione, sì cancelleranno le richieste di diversi mutui per complessivi Eur 500 mila che avrebbero consentito la “sistemazione di edifici scolastici”, “asfaltature e manutenzione straordinarie di strade cittadine” e “miglioramento impianti di illuminazione e arredo urbano”. L’alternativa era non finanziare con un mutuo l’area feste dal costo complessivo di ben Eur 450.000,00, da costruire e attrezzare su di un terreno agricolo già acquistato nei pressi della rotatoria di Origgio. Area feste che potrebbe invece essere realizzata senza riduzione di aree agricole e con costi di gran lunga inferiori , riqualificando Piazza dei Mercanti (c.d. Piazza Rossa). A proposito di cementificazione, sempre cara alla Lega nostrana, nella Relazione sullo Stato di Attuazione dei Programmi si dice che “è stato sottoscritto un nuovo contratto con la Società Club House srl, che prevede oltre al canone diverse opere di miglioria a carico del nuovo gestore.” Né nella Commissione Lavori Pubblici, né in Consiglio Comunale è stato spiegato che le”opere di miglioria” consistono sostanzialmente nell’allargamento con cementificazione dell’area commerciale esterna della Club House, con conseguente distruzione di piante e gran parte dell’ area verde pubblica annessa (vedere foto).

Infine, la discussione di alcuni degli emendamenti agli articoli del Regolamento del Consiglio Comunale proposti in commissione Affari Generali da PD e T@S, e riproposti dal PD. Questa ha visto il consueto irrigidimento della maggioranza, che con due pesi e due misure, da una parte ha deciso che venga di allontanato temporaneamente il Consigliere richiamato più volte dal Presidente del CC per comportamento non consono (o meglio indegno), poi però gli permette di tornare a votare; ovvero, cartellino rosso ma i rigori li batte comunque. Viceversa, il Regolamento ora modificato dalla maggioranza prevede che venga multato il pubblico che rumoreggia con una “sanzione amministrativa pecuniaria da Eur 25 da Eur 500”, oltre all’allontanamento definitivo.

I commenti sono chiusi.