A proposito di via Roma

The following two tabs change content below.
Franco Casali

Franco Casali

Consigliere Comunale per Tu@Saronno
Consigliere Comunale per Tu@Saronno - Membro delle commissioni Bilancio e Patrimonio, Affari Generali e Servizi Sociali, Urbanistica, Trasparenza.

Chi avesse letto solo i comunicati di amministrazione e maggioranza, e da ultimo la nota di “Saronno per tutti“,  penserebbe che chi si oppone al taglio degli alberi di via Roma sia anche contrario a ogni tipo di intervento di riqualificazione.   Facciamo, allora, almeno per quanto ci riguarda e da quanto abbiamo letto, un po’ di chiarezza.

1 Nessuno si è mai detto contrario alla sistemazione della pavimentazione  dissestata dei marciapiedi che crea ostacoli e problemi di sicurezza a chiunque vi transiti, siano queste persone disabili, anziani, mamme con passeggini o cittadini di ogni età e condizione.

2 Nessuno si è mai detto contrario alla messa a norma e miglioramento della sicurezza della pista ciclabile che non dipende di certo dalle radici delle piante, ma dalle sue attuali caratteristiche tecniche (pista bidirezionale di dimensioni insufficienti, non realizzata in sede protetta), con auto che sfrecciano vicinissime a 50 e più  km/ora, sostano sulla ciclabile, e talora svoltano senza dare la precedenza ai ciclisti.

3 Nessuno si è mai detto contrario al taglio di piante malate o ad interventi su quelle radici che creano problemi di infiltrazione nelle cantine delle case.

Il problema consiste nelle modalità di intervento che sono state scelte dall’amministrazione, in primis dalla decisione di tagliare piante sane, e dalla mancata condivisione delle scelte. Perché ogni cittadino è tenuto giustamente a chiedere preventive autorizzazioni in comune se vuole intervenire sul proprio patrimonio arboreo, e l’amministrazione può invece decidere di abbattere piante sane di questa età e dimensioni? Alberi del centro che sono una parte molto importante del patrimonio verde pubblico della città la cui vivibilità, grazie alla loro presenza, migliora di molto. Con quali criteri sono stati effettuati gli interventi, mai discussi in alcuna commissione pubblica? A oggi nessuno lo sa, perché l’Amministrazione comunica in maniera frammentaria e confusa, anche con un canale social ufficiale che sembra più lanciare slogan rabbiosi contro chi chiede informazioni, piuttosto che spiegare ai cittadini cosa stia succedendo.

Perché parliamo di via Roma, una via storica per i saronnesi, e non si può certo pensare che chi Saronno la vive quotidianamente possa starsene zitto, mentre succedono cose che chi amministra non si è degnato di spiegare.

Una soluzione pratica e condivisibile sarebbe quella di riqualificare i marciapiedi con le stesse modalità adottate qualche anno fa quando fu rifatto il tratto posto tra la rotatoria di via Piave/Miola e l’incrocio con via Guaragna. In quella occasione furono sistemate radici e pavimentazione, allargate le aiole, sostituiti i grandi cordoli in granito con altri di dimensioni minori. Il tutto senza operare tagli di piante sane. Ma prima ancora, l’Amministrazione dovrebbe convocare un’assemblea pubblica in cui spiegare ai residenti come si è arrivati al taglio delle nove piante che sono già cadute. Questa sarebbe un’iniziativa rispettosa dei cittadini di Saronno.

I commenti sono chiusi.