GIORNATA DELLA MEMORIA: NON POSSIAMO ACCETTARE LE RISPOSTE DATE DALL’ASSESSORE CASTELLI

The following two tabs change content below.
Franco Casali

Franco Casali

Consigliere Comunale per Tu@Saronno
Consigliere Comunale per Tu@Saronno - Membro delle commissioni Bilancio e Patrimonio, Affari Generali e Servizi Sociali, Urbanistica, Trasparenza.

Giornata-della-memoriaDopo la lettera al Sindaco Fagioli del Comitato Promotore del “Giorno della Memoria” molto pacata, ma chiara e ferma nei contenuti, il 26 gennaio quale ultimo punto dell’odg del Consiglio Comunale, c’è stata la risposta dell’Assessore alla Cultura Lucia Castelli all’Interpellanza presentata dal Partito Democratico e da Tu@Saronno. Una risposta che riteniamo insoddisfacente.

L’interpellanza, oltre a voler sottolineare l’importanza del Giorno della Memoria istituito con legge del 20 luglio 2000 e scelto a livello mondiale dal Consiglio dalle Nazioni Unite con risoluzione del 2005, chiedeva: “Quali siano le motivazioni che hanno portato a questo rifiuto. Quali siano le iniziative che questa Amministrazione vorrà mettere in atto per commemorare e celebrare questa importante ricorrenza”.

L’Assessore ha ovviamente risposto al primo quesito nei termini già proposti dal Sindaco Fagioli il 18 gennaio cercando di far ricadere la responsabilità della mancata collaborazione (ovvero “l’amministrazione non intende collaborare nell’organizzazione”) sulle dodici Associazioni organizzatrici, colpevoli secondo lei, di aver voluto imporre il programma da loro definito. Circa le “iniziative” messe in atto dall’Amministrazione, ha ricordato l’invito da lei rivolto agli studenti a recarsi al binario 21 della Stazione Centrale di Milano, il supporto all’Informagiovani e patrocinio dell’Amministrazione nell’organizzazione della mostra sulla Memoria e Shoah all’Itis G. Riva, e la pubblicazione su Saronno Sette della poesia “Se questo é un uomo” di Primo Levi.

Ovviamente i proponenti si sono detti insoddisfatti delle risposte.

Siamo insoddisfatti perché cercare di far ricadere sulle dodici Associazioni la responsabilità della mancata collaborazione – dopo che lo stesso processo organizzativo da loro proposto era stato seguito con successo per anni da tutte le passate amministrazioni – è solo un pretesto e nasconde invece l’atteggiamento presuntuoso e arrogante di un Assessore alla Cultura che da una parte, come da lei dichiarato in altre occasioni, non legge libri e non ama il cinema, ma che avrebbe voluto forse dettare loro cosa fare.

Siamo insoddisfatti perché queste iniziative proposte all’ultimo minuto e solo in risposta all’Interpellanza in Consiglio Comunale, avrebbero dovuto essere invece programmate da tempo, coordinate e pubblicizzate adeguatamente insieme a quelle proposte dalle Associazioni, magari con un articolo su Saronno Sette a firma del Sindaco o dell’Assessore per sottolineare l’importanza della Memoria.


Di seguito riportiamo integralmente il testo dell’Interpellanza in formato PDF:

interpellanza Giornata della memoria 110116


Questa la locandina degli eventi organizzati a Saronno:

12541062_1685971725025791_4362621034851020520_n

I commenti sono chiusi.