MOZIONE DI SFIDUCIA COSTRUTTIVA

The following two tabs change content below.
Franco Casali

Franco Casali

Consigliere Comunale per Tu@Saronno
Consigliere Comunale per Tu@Saronno - Membro delle commissioni Bilancio e Patrimonio, Affari Generali e Servizi Sociali, Urbanistica, Trasparenza.

Ecco la “Mozione di Sfiducia Costruttiva” firmata da otto consiglieri comunali di minoranza a seguito di quanto accaduto nel Consiglio Comunale Aperto di sabato 16 marzo 2019.

La Mozione sarà discussa nel prossimo Consiglio comunale di giovedì 28 marzo.

———————————————————————————-

Al Sindaco di Saronno Alessandro Fagioli

Al Presidente del Consiglio Comunale Raffaele Fagioli

Al Segretario Generale Dott. Vittorio Carrara

Palazzo Municipale Piazza Repubblica 7, 21047 Saronno

Trasmissione a mezzo PEC

Saronno, 19  marzo 2019

 

MOZIONE DI SFIDUCIA COSTRUTTIVA 

Oggetto:  Mozione di sfiducia costruttiva richiedente la revoca del Presidente del Consiglio Comunale, ai sensi dell’art. 18, c.2. del Regolamento del Consiglio Comunale.

 PREMESSO  CHE:

 Lo Statuto Comunale disciplina agli artt. 3, 17 e 44  rispettivamente la “Partecipazione popolare”,  i compiti e poteri del Presidente del Consiglio Comunale,  gli Organismi di partecipazione popolare.

  • Gli articoli del Regolamento del Consiglio Comunale che seguono disciplinano aspetti particolarmente rilevanti dell’organizzazione e del funzionamento del Consiglio Comunale: Articoli 7 (Rispetto del Regolamento); 15 (Presidente e Vice Presidente); 16 (Compiti e poteri del Presidente); 18 c.2 (Cessazione dalla carica);  39 (Comportamento del pubblico); 40 (Disciplina delle adunanze); 44 (Sedute Consiliari denominate Consigli Comunali Aperti); 46,  c.1 e c.4 (Organizzazione e modalità di partecipazione dei Consigli Comunali Aperti).

CONSTATATO CHE:

  • In data 16 marzo 2019 si è svolta nell’aula consiliare A. Vanelli, dalle ore 9,30 alle ore 13, una seduta di Consiglio Comunale Aperto avente ad oggetto ‘Interventi per la riqualificazione di Via Roma – Assetti viabilistici, ambientali e paesaggistici’;
  • L’art. 46, c.1 e c.4 del Regolamento del Consiglio Comunale recitano rispettivamente che “Il Consiglio Comunale Aperto è presieduto dal Presidente del Consiglio che coordina la seduta garantendo la più ampia partecipazione dei cittadini presenti.” e “A tutti i cittadini è assicurata la piena libertà d’espressione, d’intervento e di proposta”;
  • Il pubblico presente ha ritenuto opportuno manifestare con brevi applausi il proprio apprezzamento al termine di taluni interventi di cittadini iscritti a parlare;
  • Tali applausi hanno avuto luogo esclusivamente nello spazio di tempo intercorrente tra il completamento di un intervento ed il successivo intervento, ovvero nell’intervallo di tempo occorrente al cittadino chiamato a parlare per recarsi dal proprio posto sino alla postazione dotata di microfono prevista per gli interventi del pubblico;
  • In nessun caso tali applausi possono essere considerati alla stregua di “disordini”, “schiamazzi”, introduzione di “strumenti offensivi” o esposizione di “manifesti, striscioni od altri oggetti consimili” che sono invece possibile causa di richiami o sospensione del Consiglio Comunale da parte del Presidente del Consiglio Comunale;
  • Tali applausi non hanno minimamente recato disturbo allo svolgimento della seduta e agli interventi del pubblico, come fatto constatare anche dal pubblico presente;
  • Il Presidente del Consiglio Comunale Signor Raffaele Fagioli ha disposto invece l’allontanamento di tre cittadini prelevati a caso tra il pubblico, da parte delle forze di polizia locale presenti, in quanto a suo avviso l’esecuzione dei brevi applausi non era rispondente alle previsioni di alcuni degli Articoli del Regolamento del Consiglio Comunale richiamati in premessa;

VALUTATO CHE:

  • Il Presidente del Consiglio Comunale Signor Raffaele Fagioli ha deciso e richiesto in maniera arbitraria l’espulsione di taluni cittadini “scelti a caso” tra il pubblico impedendo con tale scelta arbitraria “la più ampia partecipazione dei cittadini presenti” e negato in tal modo ai cittadini espulsi  la “piena libertà d’espressione, d’intervento e di proposta”;
  • Tale comportamento da parte del Presidente del Consiglio Comunale è lesivo dei diritti dei cittadini, è in palese violazione degli articoli richiamati in premessa e non rispetta quindi quanto previsto  dall’Art. 7, c.1 del Regolamento del Consiglio Comunale (Rispetto del Regolamento);

             I SOTTOSCRITTI CONSIGLIERI COMUNALI           

  • Presentano una mozione di sfiducia costruttiva nei confronti del Presidente del Consiglio Comunale,  Signor Raffaele Fagioli – ai sensi dell’art. 18), comma 2) del Regolamento del Consiglio Comunale –  reputando, a seguito dei gravi comportamenti a lui attribuiti di NON poter essere più rappresentati, in maniera adeguata ed imparziale, dall’attuale Presidente per lo svolgimento delle funzioni assegnate dal Regolamento medesimo.
  • Propongono, ai sensi dell’art.18) del Regolamento del Consiglio Comunale, il Consigliere Comunale Signor Davide Borghi quale nuovo Presidente del Consiglio Comunale.

 

Consigliere Comunale  TU@SARONNO

Consiglieri Comunale  PARTITO DEMOCRATICO

Consigliere Comunale Movimento  5Stelle

Francesco Banfi  Consigliere Comunale Indipendente

Alfonso Indelicato  Consigliere Comunale Indipendente

I commenti sono chiusi.