INTERVENTI NEL CONSIGLIO COMUNALE 26 SETTEMBRE 2019

The following two tabs change content below.
Franco Casali

Franco Casali

Consigliere Comunale per Tu@Saronno
Consigliere Comunale per Tu@Saronno - Membro delle commissioni Bilancio e Patrimonio, Affari Generali e Servizi Sociali, Urbanistica, Trasparenza.

Punto 5.

Premetto, come considerazione di carattere generale, che apprezzo il fatto che Saronno Servizi, tramite la partecipata Società Sportiva Dilettantistica che gestisce le strutture della piscina e del bocciodromo,da me ben conosciute, si attivi per proporre nuovi servizi sportivi. Questo migliora l’offerta al pubblico, PUO’ incrementare il fatturato e in prospettiva l’avanzo di bilancio. Occorre ovviamente valutare anche il costo dell’investimento e i tempi di ritorno, ovvero in quanti anni il costo dell’investimento verrà ripagato dai ricavi netti del nuovo servizio offerto.

Premetto anche, che poiché stasera siamo richiesti solo di approvare il Programma di Intervento per la costruzione di due campi coperti di Paddle ai sensi art.5 delle Norme del Piano dei Servizi del PGT, non ci é stata quindi fornita alcuna informazione circa il costo dell’investimento ed il piano di rientro di questi costi. Evidenzio che sarebbe stato invece utile avere queste informazioni a supporto delle decisioni di tipo urbanistico.

Per quanto concerne nello specifico la realizzazione dei due campi di Paddle, faccio presente che queste due strutture coperte con una base in calcestruzzo sono permanenti e costituiscono l’ennesimo consumo di suolo effettuato nell’UNICA area verde residua dell’ex Bocciodromo. Questo intervento con troppi manufatti fuori terra, ha un impatto ambientale negativo, e peggiora anche l’estetica della struttura dell’impianto, appesantito da troppi volumi, troppo pieno direi.

Mi chiedo quali criteri siano adottati dalla Commissione Paesaggio per dare il proprio parere, favorevole in questo caso, così come lo era stato per lo spostamento all’EXBO della struttura del pattinaggio che aveva comportato, tra l’altro, il taglio di alcuni alcuni alberi e cespugli.

Il mondo é preoccupato per l’andamento del clima, per il peggioramento dell’ambiente, c’é fortunatamente sempre più attenzione a questi temi, partono importanti campagne a favore dell’ambiente in tutto il mondo, Saronno ha il record del suolo vergine consumato dall’edificazione e dalla mancanza di spazi verdi, ma l’amministrazione di Saronno Servizi in modo decisamente non lungimirante evidentemente non é interessata a questi problematiche. Questa amministrazione dimostra ancora una volta di non essere per niente verde.

Punto 6. Variazione al Bilancio di Previsione.

Ho notato il calo di Eur 400M dei “PROVENTI CONCESSIONI EDILIZIE PREVISTE DALLA DISCIPLINA URBANISTICA”. Mi auguro che le previsioni di incasso degli oneri di urbanizzazione (Primaria, Secondaria, Costo di Costruzione) del prossimo bilancio siano fatte in maniera più realistica, anziché ottimistica.

Punto 7. Approvazione del Bilancio Consolidato.

Per quanto concerne il bilancio consolidato e le partecipate evidenzio questi punti:

a) L’avanzo del Comune di Saronno scende da Eur 1.521.954,61 del 2017 a Eur 880.711,42 del. 2018. Ciò significa Eur 641.243.19 in meno, ovvero un minor avanzo del 73%, dunque un calo significativo. Chiedo pertanto all’Assessore al Bilancio quali siano le componenti più importanti che hanno determinato questo calo, e soprattutto quali siano le prospettive di questi per il prossimo bilancio.

b) Il risultato 2018 di Lura Ambiente con Eur 1.117.936,00 di utile Vs. gli Eur 848.529,00 del 2017 (+ 32%) é decisamente rilevante. L’utile distribuito contribuisce positivamente per Eur 386M al bilancio consolidato del Comune di Saronno. Saronno Servizi contribuisce al consolidato con un ben più modesto utile di circa Eur 109M, in calo del 30 % rispetto all’utile del 2017, un risultato non molto brillante.

c) Cosa che mi interessa, e penso possa interessare di più, le attività relative al “servizio idrico integrato” attualmente svolte da Saronno Servizi e da Lura Ambiente SpA confluiranno entro il 31.12.2020 nella società Alfa Srl. Chiedo pertanto cortesemente all’Assessore al Bilancio di voler informare il Consiglio Comunale circa questi sviluppi e soprattutto sull’impatto che la perdita del servizio idrico integrato avrà sul fatturato e sui risultati di bilancio delle due società partecipate.

d) Sessa srl passa da un avanzo di soli Eur 7.394,00 – avanzo quasi azzerato dall’auto assegnazione di incarichi per anticorruzione (ironia della sorte) lautamente retribuiti per circa Eur 36.000.= dell’Amministrazione del past president Diego Solzi – ad un avanzo di Eur 16.415:= . Un miglioramento, ma comunque poco, rispetto ai circa Eur 40.000.= degli anni precedenti il 2015. Ringrazio l’Assessore al Bilancio per le informazioni relative all’azione di recupero che é stata iniziata nei confronti dei passati amministratori. Ricordo di aver sollevato la problematica in Consiglio Comunale a ottobre 2017 e che, dopo verifiche approfondite durate alcuni mesi per la mancata collaborazione dell’amministrazione, tale mia attività di controllo é culminata nell’aprile 2018 con un esposto/segnalazione alla Corte dei Conti tuttora pendente..

Mentre ci auguriamo che la nuova amministrazione di Sessa riesca a recuperare gli Eur 36.000 di cui ho appena parlato, chiedo all’Assessore al Bilancio per motivi di trasparenza di comunicare a quanto corrisponde l’attuale “compenso per l’incarico di responsabile dell’anticorruzione” di Sessa, e a chi sia stato assegnato. Nella Relazione sulla Gestione (pag.15) non se ne fa infatti cenno.

e) Per quanto concerne la FOCRIS chiedo che, anche alla luce del parere della Commissione Arconet, venga definito una volta per tutte se il bilancio della Focris debba essere consegnato ufficialmente o meno al Comune di Saronno, e di chiarire la relazione della stessa con l’amministrazione in termini di partecipazione e controllo, così da evitare che nella Relazione dell’Organo di Revisione compaia ancora la frase “L’ente territoriale capogruppo ha ricevuto la documentazione contabile da parte dei propri componenti del gruppo entro i termini di legge (ad esclusione della FOCRIS Fondazione casa di risposo, per le quali non sono disponibili i dati di bilancio), in particolare: – le informazioni necessarie all’elaborazione del bilancio consolidato e riclassificazione dello stato patrimoniale e del conto economico entrambi secondo quanto previsto dal D.Lgs. 118/2011.

f) I bilanci della Fondazione Giuditta Pasta continuano a non essere parte di questa relazione. Non sto chiedendo il loro consolidamento nel bilancio del Comune, ma chiedo che siano per lo meno pubblicizzati in questa sede, cosa sinora non avvenuta.

I commenti sono chiusi.