ISOTTA CITTÀ APERTA: VISITA GUIDATA ALL’AREA CON GORLA E PROSERPIO

The following two tabs change content below.
Tu@Saronno

Tu@Saronno

Lista civica saronnese
I nostri valori guida sono l’impegno civico, la competenza, l’onestà, l’etica, la valorizzazione delle risorse amministrative e umane, la tutela del patrimonio ambientale, culturale e artistico, l’attenzione alle fasce più deboli in tutte le situazioni. Tu@Saronno crede nelle partecipazione attiva dei cittadini alla politica, nell’eccellenza della Pubblica Amministrazione, in una città che deve essere sicura e amica dei cittadini.

È normale che un progetto come quello annunciato sull’area dell’ex-Isotta Fraschini, acquistata lo scorso autunno da Beppe Gorla con il supporto di Angelo Proserpio, abbia destato in città un vivace dibattito in cui non sono mancate, oltre alle numerosissime dichiarazioni a sostegno, anche note di dissenso. Parliamo di un progetto grandioso, magniloquente, cruciale per il futuro della città.

Tra le ragioni che hanno portato alla nascita di Tu@Saronno nel 2009 – di cui Angelo fu uno dei fondatori – c’era proprio la necessità di mantenere accesa la luce sul tema aree dismesse e di fare tutto il possibile per far sì che quest’area non finisse in un vicolo cieco immobiliare, rischiando di essere la morte di Saronno, ma potesse diventare il volano di potenzialità di sviluppo più vaste, volte a tracciare il destino del nostro territorio nel prossimo secolo.

È in quest’ottica che leggiamo l’operazione portata avanti da Gorla e Proserpio, che ci permette di guardare al futuro con fiducia. Il percorso che porterà alla definizione del progetto, però, è a oggi una rotta ignota che è veramente difficile da decifrare: un vero viaggio di Colombo verso le Indie mai tentato prima. Nessuno prima d’ora, in Italia e forse anche altrove, ha infatti provato a realizzare un intervento così grande basato sulla logica dei “Beni Comuni” in un’area così vicina a una metropoli, così ottimamente servita da collegamenti stradali, ferroviari e persino aerei, così nel cuore di una città come Saronno che – inevitabilmente – dal suo esito non potrà che essere fortemente condizionata.

Non sarà un percorso semplice, perché al lavoro progettuale e urbanistico di Giancarlo Consonni si dovrà ragionevolmente affiancare un’analisi costituzionale e culturale che dovrà proseguire nel solco del lavoro fatto, nel 2008, da Stefano Rodotà e dalla commissione sui Beni Comuni che portava il suo nome.

È senz’altro apprezzabile, in questo contesto, la volontà della proprietà di coinvolgere i cittadini, soprattutto i più giovani, per raccogliere pareri, intuizioni, osservazioni. Un primo step è già avvenuto con la serata dedicata agli Under 30 che si è tenuta all’Aldo Moro il 21 luglio. Il secondo – e per questo ringraziamo Gorla e Proserpio – è la possibilità che è stata data a noi di Tu@Saronno, a nome di tutta la coalizione a sostegno di Augusto Airoldi, di consentire ad alcuni cittadini di visitare l’area dell’ex-Isotta, in modo che possano vederne con i propri occhi lo stato, le dimensioni e le caratteristiche.

Le date previste sono due:

– Venerdì 11 settembre ore 10: Under 30 – limite di 30 posti.

– Sabato 12 settembre ore 10: Over 30 – limite di 30 posti.

Le richieste di prenotazione devono arrivare via email all’indirizzo info@saronnosiamonoi.it corredate di nome, cognome e data di nascita e dovranno essere individuali (non sarà possibile prenotare per altri, quindi). L’invito è riservato ai non candidati alle Amministrative ed è valido fino a esaurimento posti. Gli interessati riceveranno una email di conferma con tutti i dettagli del caso.

Crediamo che questa sia una grande opportunità per chi ha cuore il destino di Saronno e vuole vedere con i propri occhi quello che ci lasciamo alle spalle e, soprattutto, una visione del futuro che ci aspetta.

I commenti sono chiusi.